Marco Bello

Nato a Torino, Marco Bello si è laureato in ingegneria elettronica. Ha iniziato come fotoreporter nel 1992, in Sud America, e dal 1999 è giornalista professionista. I suoi reportage e fotoreportage da America Latina, Caraibi e Africa cercano di raccontare realtà sociali e politiche dei popoli di questi continenti. Insieme a Paolo Moiola a vinto il premio di giornalismo sullo sviluppo e diritti umani Lorenzo Natali della Commissione Europea (edizione ’99). Da anni si occupa in prevalenza di Africa e di Haiti, ma affonda le sue radici in America Latina e ha un profondo interesse per l’Asia.

Oltre a Port-au-Prince, ha vissuto e lavorato a Barcellona, Parigi, in Burundi e in Burkina Faso. Dal 1998 si occupa di cooperazione internazionale con l’Ong Cisv e dal 2006 è redattore del mensile Missioni Consolata. Ha collaborato con Avvenire, Il Manifesto e altre testate. Ha pubblicato i saggi: Haiti. L’innocenza violata (2011) e Burkina Faso. Lotte, rivolta e resistenza del popolo degli uomini integri (2016) e il web documentario Mobile Money, finanziato da un grant del European Journalism Center (2014).

Paolo Moiola

Nato a Rovereto, maturità classica e laurea in economia politica, Paolo Moiola è giornalista professionista. Si occupa principalmente di Americhe. Appassionato di Amazzonia e di popoli indigeni è un ambientalista convinto e (quasi sempre) coerente, ma poco propenso all’ottimismo. Da tempo lavora nella redazione della rivista Missioni Consolata. Collabora con i quotidiani l’Adige di Trento e Alto Adige di Bolzano e con la rivista portoghese Além-mar. Ha curato alcuni saggi: Quei trentini con passaporto americano (1992); La guerra, le guerre. Viaggio in un mondo di conflitti e di menzogne (2004); Il prezzo del mercato. Viaggio nelle nuove schiavitù (2006); Donne per un altro Mondo. Storie di protagoniste femminili (2008); Nelle mani di Golia. I diritti dell’uomo tra Stato e mercato (ai tempi della Rete) (2012); O Encontro (2017); Nohimayu – L’incontro. Amazzonia. Gli Yanomami e il mondo degli altri (2019).

Il solo social che usa è YouTube per pubblicare video sulle tematiche di cui si occupa: www.youtube.com/user/pamovideo.